Spazio MusicoTerapia

FORMAZIONE COLLABORATORI 2020

Ciao,
in questa pagina avrai tutte le informazioni utili su:
1- Cos’è lo stress
2- Perché è utile la Musicoterapia
3- Quali sono i servizi di Spazio Musicoterapia
4- Come proporti al meglio.
5- Rapporti burocratici

Troverai anche molti link esterni per approfondire la tua competenza; potrai poi ricercare da solo informazioni nel campo che ti interessa di più.
Ricordiamoci sempre che nessuno di noi comprerebbe un servizio da una persona che non dimostra una sufficiente preparazione.

Cominciamo subito.

1 - Cos’è lo stress?

Il termine stress fu impiegato per la prima volta nel 1936 dal medico Hans Selye. Questi lo definì come “risposta aspecifica dell’organismo ad ogni richiesta effettuata su di esso”.

In medicina, si definisce stress “ogni causa (fisica, chimica, psichica, ecc.) capace di esercitare sull’organismo, con la sua azione prolungata, uno stimolo dannoso, provocandone di conseguenza la reazione”.

In poche parole possiamo definire lo stress come qualcosa che procura un grande sforzo per molto tempo, al corpo o alla mente, fino a produrre un danno persistente.
Pensiamo ad esempio a chi lavora con una postura scorretta per molte ore al giorno, a chi mangia quotidianamente cibo spazzatura, a chi si arrabbia sempre, a chi viene sempre deriso, ecc. Non è il singolo evento che produce danno, ma la continua ripetizione.

Per capire meglio questo concetto pensiamo anche a chi è sempre di fretta. Può capitare a tutti di fare tardi a qualche appuntamento, ma se ciò accade continuamente diventa un nostro modo di essere e ci comportiamo in modo frettoloso qualunque cosa facciamo. Questo mette il nostro corpo in continua tensione ed è inevitabile che alla lunga qualcosa cederà.

Ma perché accade questo?
Per capirlo ci facciamo aiutare dalle parole dello zoologo ed etnologo Desmond Morris: sembra che il nostro corpo sia ancor abituato agli stimoli ambientali tipici di 50.000 anni fa, quando si viveva in villaggi da 100 persone con 10.000km2 di foresta, si cacciava per alcune ore e si giocava o ci si riposava per il resto della giornata.
In presenza di un pericolo il corpo doveva immediatamente attivarsi aguzzando vista e udito e preparando i muscoli allo sforzo fisico. Questo sforzo però non durava a lungo e, passato il pericolo, il corpo ritorna allo stato naturale.

L’uomo di oggi sembra vivere in uno stato di continuo pericolo imponendo al proprio corpo e alla propria mente un livello di tensione continuo.

Approfondimento: COS’È LO STRESS

Cosa provoca tutto questo stress?
eventi della vita sia piacevoli che spiacevoli (ad esempio: matrimonio, nascita di un figlio, morte di una persona cara, divorzio, pensionamento, problemi sessuali);
cause fisiche: il freddo o il caldo intenso, abuso di fumo e di alcol, gravi limitazioni nei movimenti;
fattori ambientali: la mancanza di un’abitazione, ambienti rumorosi, inquinati sono fattori determinanti di un certo stato di stress;
malattie organiche: quando il nostro corpo è affetto da una malattia, l’intero organismo, nel tentativo di difendersi, si pone in uno stato di tensione che, nella maggior parte dei casi, per le scarse difese in grado di apportare, sfocia in una condizione di stress;
cataclismi.

Come riconoscerne i sintomi?
I sintomi da stress possono essere suddivisi in quattro categorie.

1- Sintomi fisici
Mal di testa – Dolore di schiena – Indigestione – Collo e spalle tese – Dolore allo stomaco – Tachicardia – Sudorazione delle mani – Extrasistole – Agitazione e irrequietezza – Problemi di sonno – Stanchezza – Vertigini – Perdita di appetito – Problemi sessuali – Suoni (tintinni, fischi) nelle orecchie.

2- Sintomi comportamentali
Digrignare i denti – Attitudine alla prepotenza – Aumento dell’uso di alcolici – Mangiare compulsivamente (fame nervosa) – Criticare gli altri – Impossibilita’ di portare le cose a termine.

3- Sintomi emozionali
Piangere – Enorme senso di pressione – Nervosismo, ansia
Rabbia – Sentire che non c’e’ nessun significato nel vivere – Solitudine – Tensione; sentire di essere sul punto di esplodere – Infelicità senza un motivo valido – Sentirsi impotenti a cambiare le cose – Essere facilmente agitati o sconvolti.

4- Sintomi cognitivi
Problemi a pensare in maniera chiara – Impossibilità nel prendere decisioni – Dimenticare le cose o distrarsi facilmente – Pensare di scappare via – Mancanza di creatività – Preoccuparsi costantemente – Perdita di memoria – Perdita del senso dell’umorismo.

Fino al 2012 lo stress era considerato come un sintomo e non come situazione patologica a sé. Nel 2013 esce la quinta edizione del DSM (il manuale diagnostico e statico dei disturbi mentali) con la comparsa di un nuovo capitolo nella categorizzazione dei disturbi mentali chiamato “disturbi correlati a trauma e stress“. All’interno di questo capitolo sono stati inseriti i disturbi caratterizzati da patologiche reazioni allo stress. Tutti questi disturbi sono contraddistinti dall’aver vissuto, in prima persona, un trauma con la comparsa di sintomi emotivi e comportamentali clinicamente significativi.

Chiariamo un punto importante: il manuale riporta situazioni eccezionali in cui lo stress ha provocato danni molto più gravi dei nostri disturbi quotidiani. Questi danni però, lo sanno bene gli psichiatri, non sono diversi “qualitativamente” ma “quantitativamente” (sono termini che potranno aiutarti a sembrare più erudito). Cosa vuol dire? Vuol dire che il normale stress quotidiano provoca gli stessi disturbi presentati nel manuale, ma in formato ridotto. Facciamo un esempio: la fretta quotidiana e l’ansia porta tutti a dimenticare dove abbiamo messo le chiavi, una volta ogni tanto. Questa semplice dimenticanza diventa un problema di rilevanza psichiatrica solo se dimentichiamo molti oggetti più volte al giorno. È importante capire che non sono due malattie diverse: è lo stesso disturbo ma in formato molto ridotto.

Perché dico questo? Perché dobbiamo sapere che siamo tutti un po matti (termine tecnico: nevrotici) a causa dello stress; l’importante è non diventarlo del tutto (termine tecnico: psicotici).

Ricordiamo qui i più importanti tipi di stress:

1- Il disturbo post traumatico da stress (PTSD) è caratterizzato da sintomi conseguenti l’aver vissuto uno o più eventi traumatici che hanno messo a rischio la propria incolumità fisica (guerre, terremoti, rapimenti), che hanno portato ad un infortunio grave (incidenti) o che si caratterizzano come violenza sessuale subita. Come conseguenza dell’evento traumatico, chi è affetto da disturbo post traumatico da stress mostra una serie di sintomi tra cui:
– ricordi angoscianti e non volontari dell’evento stressante che attivano emozioni negative.
– sogni angoscianti il cui contenuto o emotività sono collegati all’evento stressante.
– reazioni dissociative che portano il soggetto a sentire e comportarsi come se stesse rivivendo l’evento stressante.
– reazioni emotive intense elicitate da stimoli che ricordano l’evento stressante.
– evitamento di luoghi, situazioni ed eventi che possono ricordare l’evento traumatico
– alterazioni dell’umore, dei pensieri e dell’emotività (depressione, irritabilità, pensieri negativi su di sè, sul futuro e sul mondo, senso di colpa, paura, vergogna)

2-Disturbo acuto da stress
Il disturbo acuto da stress è caratterizzato dallo sviluppo di sintomi variegati e diversi da persona a persona. In genere comunque sono caratterizzati da ansia, irritabilità, ricordi intrusivi dell’evento, sogni angoscianti collegati al trauma, fino a stati dissociativi. Come nel PTSD tende ad evitare luoghi e situazioni che gli ricordino l’evento traumatico. La differenza sostanziale tra disturbo acuto da stress e disturbo post traumatico da stress è relativa al tempo di insorgenza e di durata del disturbo. Se questi sintomi sono presenti fino ad un mese dopo l’evento traumatico allora si parla di disturbo da stress acuto, quando invece si supera il mese e i sintomi continuano ad essere presenti la diagnosi cambia e si parla di PTSD.

3- Disturbo da adattamento
Il disturbo da adattamento è caratterizzato da sintomi emotivi e comportamentali in risposta ad un identificabile evento stressante. Il disturbo può essere legato ad un singolo evento (ad esempio la fine di una relazione sentimentale) oppure ad una serie di eventi stressanti. Gli eventi stressanti possono essere ricorrenti (ad esempio legate a momenti di crisi all’interno di una relazione sentimentale) o continui (ad esempio la scoperta di una malattia grave). Gli eventi stressanti possono riguardare il singolo, una famiglia o un’intera comunità. In caso di lutti il disturbo da adattamento può essere diagnosticato quando le reazioni emotive e comportamentali sono considerate eccessive e sproporzionate per intensità, qualità e persistenza.

Lo Stress si può presentare sotto tre forme:
– Nella maggior parte dei casi si presenta come un malessere organico o una tensione muscolare continua, producendo disturbi di diverso tipo anche molto gravi.
– Lo stress agisce anche sulla mente, riduce la concentrazione e compromette la normale attività lavorative, scolastiche o le prestazioni sportive. Spesso si presentano anche problemi psicologici e difficoltà nella vita relazionale.
– Lo stress può amplificare le sensazioni di dolore e di angoscia in presenza di problematiche importanti, ritardandone la guarigione.

Approfondimento:

Ecco due video che potranno spiegare meglio i danni provocati dallo stress

Gli effetti dello stress sul cervello:

Gli effetti dello stress sul corpo:

Sullo stress puoi anche leggere Wikipedia

Ora che sappiamo tutto sullo stress occorre chiedersi cosa fare per evitarlo o ridurlo.
Dopo quanto detto è ragionevole pensare di tornare a vivere nella foresta come 50.000 anni fa. Questa è la teoria della musica new age (che a volte troviamo su youtube come “musicoterapia”) che riporta suoni lenti con l’effetto di indurre assopimento (e chi non cede al sonno, si irrita).
Dobbiamo allora dedurre che si è rilassati solo quando si dorme?
Fortunatamente non è così ed è su questo punto che si differenzia la new age dalla musicoterapia.

Per ridurre lo stress molti praticano arti come la Mindfullness, la meditazione o altre tecniche orientali volte a rilassare mente e corpo.
Penso che sia un grande aiuto perché migliora la concentrazione e la lucidità, riducendo i danni da stress. Il problema è che, se non si ha una pratica costante di diversi mesi, l’effetto di queste pratiche si riduce in poche ore.
Questo perché la nostra mente, se da un lato riceve continui stimoli, dall’altra si è abituata e ne ricerca sempre di nuovi e non riesce più a farne a meno anche quando porta danno a sé stessa.

Qualche esempio: dopo una giornata di lavoro frenetico pensiamo di rilassarci con un film d’azione, pieno di spari e scene veloci; ma così riempiamo la nostra mente di altri stimoli e manteniamo il nostro corpo in tensione; Sembra che 9 italiani su 10 controllino facebook o instagram anche prima di dormire, bombardando mente e cervello che poi influenzano negativamente la qualità del sonno. Non riusciamo a smettere finché non crolliamo.

Serve allora un aiuto che sappia dare stimoli positivi al corpo e rallentare la mente un poco alla volta. Molti pensano che in ciò la musica aiuti, e qualcuno riesce effettivamente a rilassarsi; la maggior parte delle persone però, sceglie la musica sbagliata e produce danni ancora maggiori.
Qui interviene la musicoterapia.
Vediamo perché.

2 - Perché è utile la Musicoterapia?

Fra i fattori che possono generare stress occorre dedicare un capitolo ai suoni.
Tutti noi siamo immersi in un mondo di suoni e molti di questi fanno parte del sottofondo della nostra vita e non gli diamo più importanza. Ma loro agiscono sul nostro benessere senza che ce ne rendiamo conto. Esistono suoni piacevoli ed altri sgradevoli; alcuni sono così fastidiosi da farci infuriare, mentre altri possono provocare dei veri danni all’udito.

Per capire come può il suono danneggiare il corpo, occorre anzitutto avere le idee chiare su cosa sia il suono.
Cominciamo con il dire che il suono non esiste in natura, ma è una costruzione del nostro cervello per codificare la pressione delle molecole dell’aria.
Pensiamo ad una matita che cade; quando la matita incontra il pavimento muove le particelle d’aria tutte intorno con una certa frequenza e intensità; questo movimento si chiama vibrazione.
Le particelle battono le une contro le altre fino a raggiungere il nostro orecchio che le converte in impulsi elettrici e le trasmette al cervello; è il cervello che crea il suono.

Approfondimento:

Ora che abbiamo capito come funziona il suono e la vibrazione possiamo intuire che le particelle non raggiungono solo il nostro orecchio ma anche il nostro corpo.
Cosa succede al corpo quando viene raggiunto dalle vibrazioni?

Approfondimento:

Ecco alcuni video interessanti su come il suono può agire sulla materia

Molti studi stanno approfondendo gli effetti delle vibrazioni sulla materia e sul corpo umano raggiungendo incredibili risultati su come comunicare con le cellule umane per migliorare i meccanismi di autoguarigione. Carlo Ventura è un medico italiano ai massimi livelli in questo capo.

Ora abbiamo capito che siamo immersi in un mondo di suoni, alcuni dei quali ci fanno bene e altri male. Ma non basta.
Un altro elemento importante da sapere è che le vibrazioni sono tantissime e il nostro orecchio ne percepisce solo una minima parte.
In questa foto riusciamo a vedere l’intero spettro delle frequenze conosciute fino ad ora; trovate evidenziate le frequenze sonore e visive che l’uomo può percepire con l’udito e la vista. Tutte le altre sono presenti in natura e raggiungono il nostro corpo producendo effetti che ancora non conosciamo.

Ora possiamo cominciare a comprendere l’enorme campo della musicoterapia e sorridere davanti ai brani new age.
La musicoterapia è una difficile ricerca di quei suoni che possono influire positivamente sulla mente, sul corpo, sulle cellule e, quindi, sulle nostre relazioni quotidiane.

I suoni, oltre agli eventi della vita, possono essere fonte di stress, ma agendo su di essi è possibile vivere in modo rilassato e lucido, svolgendo serenamente tutte le attività della nostra vita.
Questa è l’essenza dei brani scelti da Spazio musicoterapia.

3- Quali sono i servizi di Spazio Musicoterapia

La musica non è tutta uguale e ogni brano presenta caratteristiche uniche.

Spazio Musicoterapia ha selezionato la propria musica tenendo conto di molte caratteristiche:

A- Una melodia piacevole per la mente in modo da catturare l’attenzione e portare serenità ai pensieri.

B- Una sequenza sonora capace di rallentare il respiro e il battito cardiaco, fino a rallentare i movimenti stessi della nostra vita, recuperando un comportamento simile a quello dei nostri antenati di 50.000 anni fa.

C- Brani capaci di accompagnare la nostra quotidianità favorendo uno stato lucido, diversamente dai brani new age che fanno addormentare.

D- Sequenze audio capaci di aumentare la concentrazione e fornire un rendimento maggiore per ogni tipo di attività.

E- Melodie capaci di portare uno stato d’animo di serenità al fine di migliorare le relazioni con l’altro e guardare alla vita con ottimismo e coraggio.

Per questo le nostre selezioni sonore hanno un effetto che non è solo rilassante, come la musica new age, ma può agire sul corpo e sulla mente.

Vediamo ora nel dettaglio tutti i diversi servizi e le applicazioni possibili.

1- Pillole Musicali Anti Stress

COS’È

Una sequenza sonora di un minuto (pillola) che arriva ogni giorno sul telefono del cliente utilizzando i canali di WhatsApp (per chi ama un uso commerciale) e di Facebook (per chi preferisce un canale meno invasivo). Al cliente arriverà ogni giorno un messaggio all’arrivo della pillola.

UTILITÀ

Le pillole musicali hanno varie funzioni:
A- la più importante è di farti fermare, ogni giorno in momenti diversi, e ricordare al tuo corpo e alla tua mente di rallentare.
B- il problema di molte terapie è la costanza; tutti noi iniziamo qualcosa e alla lunga ci perdiamo. La pillola musicale è un aiuto quotidiano che arriva ad orari diversi per evitare l’abitudine e fornire sempre una sorpresa.
C- le pillole sono anche un promemoria per ricordarti di dedicare tempo al tuo benessere. Se la pillola arriva in un momento libero, puoi fermarti e andare sulla pagina delle sequenze gratuite per continuare il tuo percorso di riduzione dello stress. Anche se la pillola arriva in un momento sbagliato, la sua presenza quotidiana è un aiuto a mantenere vivo il ricordo della terapia e decidere quando fermarsi a seguire la propria terapia.
D- le Pillole Musicali sono un ottimo regalo per aiutare una persona cara a ridurre lo stress; ma è anche un ottimo presente per chi vuole manifestare la propria propensione al benessere (conferenze a tema, matrimoni di musicisti o operatori olistici).

A CHI È RIVOLTO

CLIENTE PRIVATO 1 (B2C)

Le pillole musicali sono il primo Percorso di benessere che proponiamo: un aiuto per chi non riesce a trovare più di un minuto al giorno per lavorare sul proprio Stress.

A CHI PROPORLO: Il cliente ideale è la persona che ha consapevolezza del proprio stress ed è alla ricerca continua di nuove forme di aiuto. Chi non riconosce il proprio stress non sente il bisogno di un servizio del genere; in più tende a guardare con sospetto a tutto ciò che è nuovo.

CLIENTE PRIVATO 2 (B2C)

Le pillole sono anche un regalo per qualcuno che abbiamo a cuore e a cui vogliamo regalare un percorso di benessere.

A CHI PROPORLO: Chiunque voglia festeggiare una ricorrenza con un regalo originale ed economico.

Biglietto

Per chi vuol festeggiare una ricorrenza abbiamo pensato ad un biglietto virtuale da recapitare sul telefono del destinatario.

CLIENTE COMMERCIALE 1 (B2B)

Le pillole  comunicano attenzione al benessere e possono essere un presente per gli invitati che partecipano a situazioni specifiche come l’inaugurazione di una palestra, una conferenza o il matrimonio di un appassionato di musica.

A CHI PROPORLO: In questo caso il cliente è un’azienda che offre contenuti simili ai nostri; ad esempio un negozio di bomboniere, il gestore i sale o chi vende gadget per conferenze.

Per chi vuole fare un omaggio durante una conferenza o l’inaugurazione di una palestra, abbiamo pensato a speciali biglietti personalizzati da lasciare ad ogni partecipante.

Per chi vuole una bomboniera per la propria cerimonia (matrimonio o altro), abbiamo pensato a biglietti personalizzati da lasciare ad ogni invitato.

CLIENTE COMMERCIALE 2 (B2B)

Le pillole sono un aiuto per combattere lo stress dei dipendenti e un modo per rafforzare il loro rapporto con l’azienda. Moltissime aziende comprendono come il benessere incida sul rendimento, non tutte però sono disposte a dedicare ore lavorative per questo scopo; il vantaggio delle nostre pillole è quello di prendere solo un minuto di tempo in cambio di un maggior rendimento.

A CHI PROPORLO: Alle aziende di ogni grandezza e numero dipendenti, meglio se hanno già dimostrato apertura verso il wellness aziendale. Le aziende possono offrirlo come Regalo di Natale o Bonus antistress. È importante sapere che lo stato mette a disposizione delle agevolazioni per il wellness aziendale, utilizzabili direttamente dai dipendenti.

2- Percorso Plus

COS’È

Un percorso di ascolto quotidiano di brani sonori presenti nelle sale virtuali. Il percorso viene studiato e seguito da un musicoterapista. La sala d’ascolto contiene 35 (per ora) sequenze sonore da 30 minuti ciascuna, mentre la sala di Musica Ambientale contiene 15 sequenze da 120 minuti ciascuna. Le sequenze sono un prodotto terapeutico e se utilizzate in modo scorretto possono avere anche l’effetto contrario.

UTILITÀ

Il servizio offre un aiuto concreto di prevenzione contro lo stress generalizzato e quello conseguente a situazioni patologiche momentanee (dialisi, chemioterapia) o croniche (malattie). Al contrario del semplice ascolto sporadico, il nostro servizio offre un sostegno continuo per un lento ritorno ad uno stato privo di stress. La musica delle stanze è stata scelta per incidere sui parametri neurovegetativi in modo da dare non solo un benessere momentaneo ma uno stato di distensione prolungato nel tempo.

A CHI È RIVOLTO

CLIENTE PRIVATO (B2C)

Il percorso può aiutare ogni persona a diminuire il proprio grado di stress e a risolvere i problemi fisici e mentali collegati allo stress.

A CHI PROPORLO: Il cliente ideale è la persona che ha consapevolezza del proprio stress ed è alla ricerca di un serio percorso per ridurlo.

CLIENTE COMMERCIALE (B2B)

Le aziende legate al benessere propongono vari prodotti e servizi per migliorare la salute del proprio cliente. Il nostro servizio online può essere proposto anche in questo periodo di chiusura.

A CHI PROPORLO: Tutte le realtà che propongono servizi e prodotti legati al benessere: Terme e Spa – Centri olistici – Negozi Bio – Erboristerie e affini – Negozi per la cura del sè – Farmacie – Studi Medici e Psicologi – B&B – Alberghi – Prodotti per donne in gravidanza e neomamme.

Per i punti vendita abbiamo studiato un espositore con card abbonamento; ogni card contiene il codice per entrare nell’area privata del sito. Chi lo desidera può presentare il servizio sul proprio sito web o informare i clienti con la newsletter.

Per i professionisti che vogliano regalare o vendere i servizio ai propri clienti, abbiamo studiato un bigliettino con le indicazioni per entrare nel sito.

3- Gruppo di Musicoterapia

COS’È

Un percorso di aiuto di gruppo attraverso le tecniche di musicoterapia attiva e recettiva. Il percorso viene svolto online attraverso lo strumento che più si avvicina ai bisogni del gruppo.

WhatsApp: per utenti che tengono alla privaci e chiedono un distacco visivo, con la possibilità di un intervento limitato agli scambi del gruppo.

Zoom: per chi chiede un coinvolgimento visivo e una voglia di entrare in relazione con il gruppo.

UTILITÀ

Il servizio offre un aiuto concreto di prevenzione contro lo stress generalizzato e quello conseguente a situazioni patologiche momentanee (dialisi, chemioterapia) o croniche (malattie). Al contrario del semplice ascolto sporadico, il nostro servizio offre un sostegno continuo per un lento ritorno ad uno stato privo di stress. La musica delle stanze è stata scelta per incidere sui parametri neurovegetativi in modo da dare non solo un benessere momentaneo ma uno stato di distensione prolungato nel tempo.

A CHI È RIVOLTO

CLIENTE PRIVATO (B2C)

I percorsi di musicoterapia sono un aiuto per lavorare sui propri stati emotivi in un contesto di relazione.

A CHI PROPORLO: Il cliente ideale è la persona che sente il bisogno di creare relazioni utili al proprio benessere.

CLIENTE COMMERCIALE (B2B)

Le aziende maggiori si occupano del benessere dei propri dipendenti per aiutarli a vivere bene il periodo lavorativo e per far crescere il legame con la società.

A CHI PROPORLO: Le realtà aziendali attente ai propri dipendenti, soprattutto quelle medio-grandi.

4- Musica Ambientale

COS’È

Una sala virtuale in cui sono presenti 9 (per ora) sequenze sonore da 120 minuti ciascuna. Nelle sequenze ci sono i brani della Sala d’Ascolto e molti altri ancora, miscelati fra loro per dare un senso di varietà e creare un ambiente mediamente rilassante, ma che non impegna troppo l’aspetto cognitivo.

UTILITÀ

Questo servizio ha diverse finalità:

– I negozi possono creare un ambiente accogliente per i propri clienti e far vivere loro un’esperienza piacevole.

– Le sale d’attesa possono aiutare i clienti a sciogliere la tensione che sempre si crea in questi ambienti; il successivo colloquio con il professionista sarà più disteso e produttivo.

– I Ristoranti potranno arricchire la loro proposta esperienziale con musica che non disturba la relazione dei commensali ed esalta il sapore del cibo (come hanno dimostrato interessanti studi al riguardo).

– Gli ambienti casalinghi possono trasformarsi in un luogo di benessere, dove vivere con serenità.

A CHI È RIVOLTO

CLIENTE PRIVATO (B2C)

Per i privati è il paesaggio sonoro ideale per vivere la casa come una seduta terapeutica. La musica può aiutare a fare i mestieri in modo più rilassato, a creare un clima tranquillo per una serata con amici, può accompagnare la lettura di un buon libro o facilitare un riposo sereno.

A CHI PROPORLO: Il cliente ideale è la persona che ama vivere in casa e comprende il piacere di un ambiente confortevole sotto ogni aspetto.

CLIENTE COMMERCIALE (B2B)

I diversi utilizzi sopra esposti rendono questo servizio utile in diverse situazioni.

A CHI PROPORLO:

– Architetti d’interni: possono proporre l’abbonamento ai propri clienti, per completare l’arredamento di una casa dal punto di vista sonoro.

Gli Architetti d’Interni possono proporre l’abbonamento ai propri clienti, per completare l’arredamento di una casa dal punto di vista sonoro.

I professionisti che hanno una sala d’attesa (medici, commercialisti, notai e avvocati) e le realtà aziendali che si occupano di arredamento specifico di sale d’attesa; questi possono differenziarsi dalla concorrenza con un servizio in più.

Negozi di vestiario Esclusivi, Ristoranti di Classe e realtà aziendali che forniscono arredamento specifico per questi ambienti.

SERVIZI GRATUITI AGGIUNTIVI

Questo servizio può essere proposto come valore aggiunto a tutte le proposte commerciali.

1- Consulto gratuito

COS’È: Un contatto diretto con un professionista della musicoterapia, per descrivere i propri malesseri e chiedere una cura specifica.

UTILITÀ

Tutti noi, prima di avventurarci in un mondo nuovo, cerchiamo l’aiuto di una persona onesta e competente che ci guidi nelle scelte. Non essendo esperti in tutto, abbiamo bisogno di una guida.

2- Stress Test

COS’È: un test molto rapido per comprendere il livello di Stress della singola persona e le modalità con cui viene colpita. Il test fornisce anche una prognosi generica per il tipo di disturbo.

UTILITÀ

Abbiamo visto che lo stress è la causa di moltissime tipologie di problema; questo perché ognuno di noi è diverso e mette in atto meccanismi mentali e comportamenti fisici diversi da chiunque altro. Il primo passo per combattere lo stress è riconoscere il proprio tipo di stress e i luoghi in cui si accanisce, oltre che il livello che ha già raggiunto.

6- FareOm

Prodotto FareOm

COS’È: Una confezione di cartone simile ad un medicinale con all’interno un libricino di istruzioni che spiegano come praticare correttamente l’Om.

FareOm può essere un prodotto digitale che viene spedito all’indirizzo e-mail dell’acquirente.

FareOm è anche un file audio realizzato da noi con 30 minuti di Om all’intonazione corretta.

A CHI È RIVOLTO

A CHI PROPORLO: Questo prodotto è pensato per il privato stressato che cerca un metodo da attuare autonomamente nei momenti di forte stress. Può essere anche un gadget utile e originale per i centri olistici da regalare ai propri iscritti.

QUALE VANTAGGIO NE TRAGGONO: Lo stress è una problematica sempre presente nella nostra vita e le cause di stress sono sempre in agguato nella nostra società come in passato. Per questo gli antichi popoli indiani hanno pensato ad una pratica da compiere in autonomia nei momenti di maggiore stress per riportare immediatamente l’equilibrio nel corpo e nella mente.

COME PROPORLO: La confezione viene venduta ad un costo agevolato ai consulenti che lo rivenderanno al prezzo che vogliono ai propri clienti. Il prodotto si presta come regalo originale e la confezione larga permette l’inserimento di un proprio gadget per i centri benessere, o confetti, per un uso bomboniera.

PREZZI:

Quest’attività si sta aprendo ora al mercato e ha bisogno di proporsi a prezzi agevolati.

Comunica ai tuoi clienti che stai presentando un’offerta speciale e che i prezzi potranno cambiare una volta che l’attività avrà preso il giusto avvio.

Modificheremo i prezzi in base alle vostre osservazioni. Per cui:

1- Comunicaci come reagiscono i tuoi clienti ai prezzi che proponi

2- Non stupirti se vedrai delle piccole variazioni sia sul sito che nel tuo Modulo Ordini

4- Come proporti al meglio

Affrontiamo ora l’argomento più commerciale e vediamo quali strategie possiamo mettere in campo.

1- DECIDI QUANTO TEMPO VUOI DEDICARE

Alcuni consulenti hanno deciso di investire poco tempo ed altri lo considerano un secondo lavoro; ognuno usa strategie commerciali differenti.

In pochi hanno deciso farlo diventare il loro lavoro principale. Tu sentiti libero di trovare la tua strada.

2- NON VENDIAMO NULLA
A nessuno piacciono i venditori e a nessuno piace essere tormentati per acquistare qualcosa; soprattutto se si tratta di qualcosa di cui non si capisce il bisogno. Dobbiamo quindi ricordarci sempre che non dobbiamo avere l’atteggiamento del venditore e il nostro primo obiettivo non è quello di piazzare servizi.

3- AGISCI ATTRAVERSO LE RELAZIONI PERSONALI O CON I SOCIAL

Il nostro lavoro è soddisfare un bisogno: intercettare i problemi delle persone che ci stanno vicine e dargli una mano.
Se fate caso alle conversazioni di amici e parenti vi renderete conto che cadono sempre su uno o più problemi: stanno esprimendo un bisogno che non riescono a soddisfare.
Se ti sei formato adeguatamente sullo stress, puoi facilmente riconoscerlo nelle parole dei tuoi interlocutori e capire quando intervenire.
Il tuo intervento, ad esempio, può limitarsi al rendere consapevole la persona che la causa del suo problema è lo stress; oppure puoi convincerlo che ha bisogno di un aiuto di un professionista invece di sottovalutare il problema.

Approfondimento:

Ti propongo un video che spiega un concetto importante: se descrivi meglio del tuo cliente il suo problema in automatico penserà che tu abbia la soluzione.

Non proporre soluzioni, lascia che siano loro a chiederti.

Autopromozione: vuol dire parlare semplicemente di se stessi, delle proprie attività e interessi. C’è chi è abituato a farlo sempre e chi è più riservato. Quando si inizia un’attività commerciale è utile essere aperti e imparare a comunicare i dettagli giusti al tuo interlocutore.
Sembra infatti che 80 attività lavorative su 100 vengano assegnate attraverso il passa parola.
Se hai scelto di iniziare quest’attività, vuol dire che comincia ad essere parte di te, delle tue abitudini e dei tuoi interessi. Non devi far altro che comunicare ciò che stai facendo e ciò che stai imparando, come parleresti di una qualsiasi tua attività, nelle normali conversazioni, con amici e conoscenti (“Da qualche giorno ho iniziato questa nuova attività che sembra molto interessante” – “sai che ho incontrato il tuo disturbo mentre studiavo per questa nuova attività di musicoterapia?” – “la musica mi piace molto, ma da quando ho iniziato ad approfondire la musicoterapia mi accorgo di molte più cose” – e così via).

Approfondimento:

Google ha creato un vero corso di formazione in marketing con molti video utili.

Ti invito ad accedere all’area con le tue credenziali google e seguire il percorso: “Acquisire sicurezza in sé con l’autopromozione“.

Se deciderai di investire più tempo per quest’attività, qui troverai molti percorsi utili alla tua formazione.

Ricordiamoci sempre di non essere pedanti e non dare l’impressione di voler vendere qualcosa.
La musica è sempre un argomento che affascina ed è facile che ti chiedano di approfondire l’argomento; in questo caso è utile imparare alcuni trucchi:
A- comunica il benessere. Parla degli effetti che procura la musicoterapia e i vantaggi che può dare;
B- risalta il bisogno. Se conosci l’interlocutore o ti ha fatto capire di avere un problema che può risolvere con un nostro servizio, parla del benessere che può avere, dell’efficacia della musicoterapia e dopo del servizio;
C- Quando ti chiederanno di entrare nel concreto dei servizi, mostra l’opportunità. Fai capire i vantaggi materiali dei nostri servizi (soprattutto per i negozianti e gli uffici).
D- parlagli del suo problema. Fai capire alla persona che sei competente sul suo disturbo e sai che danni può portare, soprattutto nel lungo periodo (senza essere catastrofico).
E- proponi i prodotti gratuiti. Se il tuo interlocutore è titubante, invitalo a provare la sala d’ascolto gratuita e lo stress-test; se non è convinto della musicoterapia, invitalo a chiedere un consulto gratuito sul sito.

Con il tempo imparerai a mettere enfasi sul servizio più interessante per l’interlocutore. Ad esempio, se sai che Marco deve fare un regalo ad un’amica, potrai dire che hai molti clienti che regalano 6 mesi di Pillole Musicali per fare un regalo concreto per il benessere (regalare una pillola musicale vuol dire avere a cuore il benessere dell’altro).

Cura la tua Immagine. Seguiresti una dieta consigliata da una persona grassa? Compreresti un vestito da una persona trasandata? Credo di no.
Se però un’amica porta una torta eccezionale, gli chiediamo subito consigli per fare dolci.
La nostra torta è la nostra immagine, il comportamento e le parole.

Passa qualche minuto a chiederti: cosa comunico con il mio modo di essere?
Prova a chiederlo a qualche amico, in modo da avere più punti di vista.

Cura la tua immagine social, postando informazioni sullo stress, fotografie sui tuoi clienti, immagini interessanti o divertenti. Qui entra sicuramente in gioco la tua fantasia e i professionisti in rete possono darti molti spunti interessanti. Di contenuti ne hai fin che ne vuoi in questa pagina o sul sito di Spazio Musicoterapia. Puoi condividere anche le pillole o le immagini che postiamo sulle nostre pagine social.

È molto importante capire che curare in modo professionale una pagina social non è un gioco; occorre impegno e cura per i particolari, costanza e coerenza.

Approfondimento:

Ecco alcuni video per introdurti nel mondo dei social

Anche su questo campo google propome molti video che ti consiglio di guardare prima di cercare altre informazioni in internet.

Dobbiamo però considerare che alcuni comportamenti danno messaggi che tutti interpretiamo nello stesso modo; parliamo in questo caso di linguaggio non verbale.
Una persona rilassata, cioè attiva e concentrata ma non stressata, mostra apertura e ascolto, è attenta ai bisogni degli altri ed è pronta ad aiutare. Parla in modo deciso ma non urla e non si arrabbia. Sorride spesso, non critica e non dice nulla di negativo a nessuno; dà suggerimenti solo se richiesti ed usa sempre modi pacati. Sottolinea sempre gli aspetti positivi ed ha parole gentili con tutti. Se sbaglia chiede scusa con un sorriso. Gli piace la vita e le cose gustose, senza cadere negli eccessi. È curiosa e apprezza l’arte in tutte le sue forme, senza cedere alle frivolezze né dare troppo peso alle mode.

Molte persone sono facili a parole d’odio, a episodi di razzismo ed esclusione, soprattutto sui social. Questo non è un comportamento compatibile con l’immagine che vogliamo dare di Spazio Musicoterapia; evitiamolo e se qualcuno polemizza con noi, è meglio opporre silenzio o una buona ironia.

4- FAI PROPOSTE ATTIVE

Puoi organizzare degli incontri di ascolto per far rilassare gli invitati. Puoi organizzare questi incontri in vari modi:
– far ascoltare i brani della nostra Sala Ascolto per una serata di semplice rilassamento
– puoi proporre degli ascolti in cuffia lasciando che ognuno ascolti la propria sequenza preferita (puoi acquistarne tu 5/6 o chiedere agli invitati di portarle).
– potete confrontarvi sulle sequenze ascoltate.
– puoi parlare della musicoterapia e dello stress, esponendo i dati di questo percorso di formazione e altre informazioni che hai acquisito autonomamente.
– potete fare l’esercizio dell’OM, come descritto sul manuale.
– potete fare lo stress-test e discutere insieme dei risultati
– potete confrontarvi su cosa è lo stress per ognuno, come lo vive e cosa fa per liberarsene.
Ecco una serie di spunti da cui puoi trarre quelli più vicini alle tue corde.
È importante chiarire già nell’invito che si tratta di una serata di presentazione dei prodotti, in modo da non trarre in inganno e non creare risentimento quando ne parlerai. In questo modo eviterai anche di perdere tempo, perché sai che gli invitati sono persone interessate all’argomento.

Puoi proporre una collaborazione contattando i centri B2B specifici per il servizio di cui vuoi occuparti. Puoi semplicemente contattare le società, intercettarle nelle fiere o organizzare un incontro per presentare i servizi.

Approfondisci le strategie di Marketing; è un campo in continua evoluzione e i testi si rinnovano continuamente. Molti propongono corsi gratuiti per farsi pubblicità: approfittane.
Io non consiglio di pagare cifre alte per una formazione specifica sul marketing; gli esperti che ho consultato io sono tutti d’accordo sul fatto che questo argomento non richiede tante nozioni ma una forte esperienza. Se vuoi dedicare solo parte del tuo tempo puoi trovare facilmente dei corsi gratuiti della camera di commercio o di aziende che vogliono farsi pubblicità.
Puoi iniziare a cercare informazioni in internet; se poi vorrai approfondire, comprerai qualche manuale.

Approfondimento:

Come inizio posso consigliarti di guardare alcuni video di Montemagno:

Anche su questo campo google propome molti video che ti consiglio di guardare prima di cercare altre informazioni in internet.

5 - Rapporti burocratici

Se deciderai di iniziare quest’attività decideremo insieme le modalità per operare. Siamo una realtà nuova e le modalità operative sono in continuo cambiamento.

1- Avrai sicuramente un contratto per inquadrare le mansioni e i rapporti economici.

2- Proporrai i servizi ad un prezzo agevolato, in modo da essere sicuro che i clienti passeranno sempre da te per avere il servizio.

3- Svolgerai il lavoro in totale autonomia, coordinandoti solo per le modalità operative.

4- Avrai un contatto diretto con uno di noi per ogni tipo di bisogno.

I soldi che ti competono, dovranno tenere conto anche dell’aspetto fiscale. Il mio consiglio è di aspettare qualche mese per verificare che l’attività sia di tuo interesse; potrai poi aprirti la tua Partita Iva, come ogni professionista.

Siamo giunti alla fine.

Ti chiedo di compilare il campo qui sotto per farmi sapere se hai delle domande, se preferisci fare altro o se hai deciso di unirti al nostro gruppo.

Come posso aiutarti?


Grazie

Do il mio consenso ad utilizzare la mia email al solo fine di accedere a questo servizio.