Spazio MusicoTerapia

SPAZIO
MUSICOTERAPIA

Spazio MusicoTerapia è uno studio virtuale di musicoterapia.

Il nostro scopo è quello di utilizzare la MusicoTerapia per aiutarti a raggiungere uno stato emotivo, mentale e fisico sufficientemente forte da affrontare in modo positivo anche le esperienze più difficili.

Nel corso dei secoli e nei diversi continenti, si sono sviluppate diverse forme di musicoterapia, con risultati apprezzati anche dal mondo scientifico.

Ma la musica non è sempre una cura.

Per questo molti istituti clinici si affidano ad un musicoterapista clinico, professione che richiede conoscenze in diversi ambiti; perché occorre studiare il percorso sonoro più adatto alle diverse situazioni.

Un uso appropriato della musica è in grado di risolvere i problemi legati allo Stress, aiutare la Concentrazione, migliorare le Prestazioni Sportive e Lavorative, ridurre la percezione del Dolore e superare la Paura.

Perché la nostra musica è diversa?

SpazioMusicoTerapia ha selezionato i brani musicali che rispettano determinati parametri di tempo, melodia e armonia.

La nostra musica è in grado di regolarizzare il battito cardiaco e permette una respirazione continua, senza apnee; questo consente di arricchire gli organi interni con un carico maggiore di ossigeno e ciò favorisce una circolazione sanguigna  più fluida.

Oltre al corpo avrai benefici anche nella quotidianità, con movimenti più lenti e precisi, minore dispersione di energie, più attenzione e concentrazione con più efficienza in meno tempo.

Le tue giornate saranno più serene e tu più sorridente, aperto alle relazioni e pronto ad affrontare ogni imprevisto con il giusto atteggiamento.

Vuoi saperne di più?

L’uso della musica per il benessere della persona risale alle prime origini dell’uomo e lo accompagna lungo tutta la sua storia, con forme e tecniche molto diverse a seconda del luogo geografico e del periodo storico. In tutto il mondo si è sempre usato il suono come forma di espressione e di accompagnamento nei momenti importanti della vita del singolo e del gruppo.
Nel mondo occidentale questo approccio si è ridimensionato negli ultimi secoli dello scorso millennio, quando la musica ha iniziato a diventare forma di intrattenimento per il grande pubblico, con incerti confini fra arte e spettacolo. Questo percorso ha portato oggi alla dicotomia di una cultura dello spettacolo di grandi dimensioni, da una parte, e l’idealizzazione dell’arte che richiede una formazione molto pesante, dall’altra.
Esiste però una terza via che combina la ricerca scientifica, il desiderio di benessere e una maggiore attenzione alle emozioni umane. Questa è la musicoterapia di oggi: un nuovo modo di concepire la musica, che non è arte né spettacolo, ma è in grado di portare reale benessere all’uomo.

Per capire come e perché la musica ha una grande influenza su di noi, occorre spiegare che il suono è in realtà una vibrazione di particelle che raggiunge ogni oggetto sul suo cammino, compreso il nostro corpo. Basta osservare il tremolio della finestra al passaggio di un camion per capire di cosa stiamo parlando.
È il nostro cervello che trasforma le vibrazioni percepite dal corpo in quello che chiamiamo suono, o musica; questo entra poi in contatto con i nostri ricordi per generare stati emotivi del tutto personali.
La musica, quindi, è in grado di agire sul corpo, sulla mente e sulle emozioni. Le diverse tecniche di musicoterapia si differenziano proprio su questo punto: alcune agiscono direttamente sul corpo, aiutandolo ad assorbire frequenze in grado di normalizzarne il metabolismo e il sistema neuro vegetativo di base; altre stimolano i pensieri e i ricordi, in modo da accrescere la consapevolezza di se; altre ancora ci aiutano a capire come le nostre emozioni influenzino la quotidianità e come sia possibile modificarle per migliorare la nostra vita.
È importante capire che la musicoterapia non guarisce, ma cura; nel senso che non risolve direttamente il disturbo ma si prende cura della persona, accompagnandola verso uno stato fisico, mentale ed emotivo idoneo a contrastare il disturbo.

Ciao, io sono Sergio
e mi diverto a creare
paesaggi sonori.

Hai mai notato che la musica cambia la prospettiva con cui guardi il mondo? Se sei triste, arrabbiato o semplicemente pensieroso, le tue emozioni scompaiono appena senti un brano musicale; se è un brano che conosci, si attivano ricordi personali e il mondo acquista un nuovo colore. La frase più forte per descrivere questo fenomeno l’ho letta in “Kafka sulla spiaggia” di Murakami:

Ascoltando musica si sperimenta qualcosa,
e questo a sua volta produce dentro di noi qualcosa.
È una specie di reazione chimica.
Poi, in seguito, esaminando noi stessi, ci accorgiamo che tutto il nostro mondo ha acquistato grandezza e profondità.

Io ho iniziato a sperimentare questo “qualcosa” 35 anni fa e non ne sono più uscito. Ho studiato Pianoforte e Composizione per imparare a costruire emozioni profonde in cui immergermi e far immergere chi le ascolta.

Poi ho scoperto che la musica non aiutava solo a divertirsi ma poteva davvero guarire da molte malattie. Durante gli studi di Musicoterapia ho conosciuto un modo completamente diverso di fare e vivere la musica e ho iniziato subito a praticarlo con ogni tipo di malattia, anche molto grave.

Dopo quasi 20 anni negli ospedali, cliniche e centri di vario genere, dopo aver dato lezioni a studenti appassionati di emozioni musicali, dopo aver parlato di musica a centinaia di persone, dopo aver costruito decine e decine di mondi musicali, sono convinto che la MusicoTerapia sia il vero modo di vivere la musica. È per questo che fa bene.

La MusicoTerapia è un modo completamente diverso di fare e vivere la musica.

È per questo che ho creato Spazio MusicoTerapia; perché tutti dovrebbero trarre benefici dalla musica.

La musica commerciale ha dei principi di stimolo e divertimento che vanno benissimo quando vogliamo allegria o siamo in compagnia.

Musicoterapia è un’altra cosa: vuol dire parlare al proprio corpo e alle proprie emozioni e spiegargli come vivere una vita piena e solare.